NUOVE DISPOSIZIONI PRATICA FORENSE

Com’è noto, il Governo ha atteso all’emanazione del DL 8 aprile 2020, n. 22, con cui – tra l’altro – sono state previste alcune modifiche alla disciplina del tirocinio dei praticanti-avvocato resesi necessarie dagli imposti vincoli di sicurezza per fronteggiare l’emergenza coronavirus.
In particolare, le disposizioni di cui all’art. 6 prevedono che:

  • il tirocinio professionale avrà durata di 16 mesi per coloro che conseguiranno la laurea in Giurisprudenza nell’ultima sessione prorogata al 15 giugno 2020. Quindi, l’iscrizione al Registro dei praticanti dovrà essere effettuata entro il 30 giugno 2020 (in modo che le istanze possano essere deliberate dal COA entro la seduta del 09.07.2020), così permettendo di poter sostenere le prove scritte nel dicembre 2021;
  • i tirocini ex art. 73, DL n. 69/13 all’interno degli uffici giudiziari sono sospesi durante il periodo di sospensione delle udienze dovuto all’emergenza (9 marzo/11 maggio). Nondimeno, è previsto che il Ministero della Giustizia predisporrà un decreto in cui saranno indicati gli strumenti necessari alla prosecuzione dell’attività formativa a distanza;
  • il semestre di tirocinio professionale, all’interno del quale ricade il periodo di sospensione delle udienze dovuto all’emergenza (9 marzo/11 maggio), è da considerarsi svolto anche nel caso in cui il praticante non abbia assistito al numero minimo di udienze richiesto dall’art. 8, DM n. 70/16;
  • i colloqui di accertamento pratica, allo stato, sono sospesi su disposizione del CNF. Al riguardo verrà data ulteriore comunicazione appena disponibile. Pertanto, si invitano i praticanti avvocati a far pervenire, dopo la scadenza del proprio semestre, il libretto con le relazioni via pec o, in caso di attenuazione delle attuali misure restrittive, ordinariamente presso la segretaria del COA.

Il Delegato AA.GG.
Avv. Andrea Garofalo

Author: Admin